Stemma e logo di Comune di Piteglio
Comune di Piteglio - Sito Ufficiale | via Casanuova, 51020, Piteglio (PT) - tel. 0573.69014
Home Page home page
Contattaci contattaci
Eventi della vita eventi della vita
Aree Tematiche aree tematiche
Elenco A-Z elenco A-Z
Rubrica del Comune rubrica del Comune
Ricerca allegati ricerca allegati Stampa Stampa contenuto

Sei in:  home » Le Frazioni » Prunetta

Gare avvisi e concorsi

Impianti Sportivi

Prunetta

Posto di tappa in prossimità del passo tra la valle del Vincio di Brandeglio e la valle del torrente Liesina, sulla strada che da Pistoia raggiungeva la Garfagnana, è oggi una importante località turistica.

Prunetta

Prunetta offre interessanti opportunità di escursioni trekking con tappe a Prataccio, Migliorini, al Ponte di Castruccio, a Popiglio, alla Macchia degli Antonini e, seguendo i sentieri segnalati dal Club Alpino Italiano, per un percorso impegnativo ma di grande interesse

paesaggistico, alla Casetta Pulledrari nel Comune di S. Marcello Pistoiese, passando dal punto panoramico della Croce delle Lari, a 1200 m. di quota.
Da segnalare sicuramente che la località fu un tempo sede dell'ospizio appartenuto ai Cavalieri Templari detto della Croce Brandegliana. Sulla data di fondazione dell'ospizio, sono in molti a sostenere che sia stato costruito attorno al mille, su quel poggio Brandeglio da cui lo spedale prese nome. Si può trovare, anche, la notizia che l'istituzione sia stata fondata dai conti Guidi, che a quei tempi signoreggiavano su Piteglio. In ogni Caso, è fra l'Xl e il XIII secolo che lo spedale ebbe il suo momento di maggior splendore. Nel 1089 se ne occupa il papa Urbano Il, come risulta da una bolla inviata al Capitolo di Pistoia. E nel 1182 lo spedale è menzionato negli statuti pistoiesi, alla rubrica 63, con i terreni annessi ed il molino: il comune dichiarava l'immunità di tutti i suoi beni ed il podestà, nell'atto di assumere la sua carica, prestava giuramento di difenderli. Appartenne all'ordine ospitaliero dei Templari, che possedevano anche la chiesa di S. Giovanni del Tempio in Pistoia; passò poi ai cavalieri di S. Giovanni dell'ordine Gerosolimitano, che presero successivamente il nome di Cavalieri di Malta. Uno stemma ancora visibile in chiesa, recante appunto la croce dei cavalieri di Malta, sta a testimoniare queste antiche vicende.
L'ultimo gran priore appartenne alla famiglia fiorentina dei Corsini; ma già alla fine del XV secolo lo spedale doveva essere diruto ed abbandonato, visto che un contratto d'affitto rinvenuto nell'archivio della nobile famiglia parla di una "chiesa con spedale diruto posta in un luogo appellato Prunetta".

Per saperne di più clicca qui

Pagina aggiornata il 13/08/2008 da
  • Comune di Piteglio
  • via Casanuova, 51020, Piteglio (PT)
  • Telefono: 0573.69014
  • Fax: 0573.69028
  • P.IVA: 00140720475

Portale Web e Content Management System realizzati da SPAD srl | Openpage CMS